Ci sono periodi difficili della nostra vita in cui una situazione o una condizione ostacola la possibilità di stare bene e di vivere pienamente, per cui possiamo sentire il bisogno di un sostegno e di un aiuto professionale. Proviamo un disagio e un malessere che magari più volte abbiamo cercato di superare da soli, o con l'aiuto delle persone a noi più vicine oppure sperando che il tempo risolvesse spontaneamente il problema. Questo disagio emotivo, che può manifestarsi con sintomi psicologici ma anche fisici, può essere un malessere generale, ansia, emozioni e pensieri negativi, che possono avere origine in un evento traumatico o nella somma di esperienze più o meno dolorose, in un rapporto affettivo o lavorativo conflittuale, o ancora in una situazione che al momento ci impedisce di esprimere le nostre potenzialità.

Molto spesso succede che questi problemi agli occhi degli altri appaiano cose di poco conto, mentre per la persona che li vive siano molto significativi. Questo perché ognuno di noi vive la sofferenza in maniera soggettiva, anche a seconda del periodo di vita che sta vivendo.

Sentiamo così il bisogno di viverci nel modo migliore possibile le nostre emozioni, le nostre difficoltà e la nostra sofferenza e di migliorare la qualità della vita riorganizzando le nostre risorse in maniera più funzionale. L'obiettivo diventa vivere un maggiore equilibrio nelle relazioni affettive, esprimere il nostro potenziale e trovare la piena soddisfazione in ogni settore della vita, dai rapporti personali al lavoro, sviluppando autostima e creatività. La richiesta di un supporto psicologico, quindi, può nascere dall'esigenza di ritrovare un equilibrio psico-emotivo in caso di disagio, ma può anche semplicemente nascere dal bisogno di cambiare qualcosa o di migliorarci.

I problemi di natura psicologica, se non affrontati correttamente, tendono a ripresentarsi senza soluzione come in un circolo vizioso, per cui le persone coinvolte, attraverso i loro comportamenti poco funzionali, tendono a mantenere vivo il problema senza trovare una via d'uscita. Una consulenza psicologica può aiutare a riscoprire le proprie risorse e a trovare soluzioni adeguate alle difficoltà. La persona che si rivolge a uno psicologo è consapevole di avere un problema, ha la capacità di riconoscere un proprio limite nell'affrontarlo e vuole risolverlo ricercando in questo modo una qualità di vita migliore per sé e per coloro che gli stanno intorno.

©

Dott.ssa Sarah Vian | 38035 Moena (TN) | Strada de la Comunità de Fiem, 26 | Cell. +39 347 1327214 | psy@sarahvian.it | P.iva 02557780216

http://sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=362257 http://sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=360122 http://sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=360251 viagra or viagra which is better sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=364408 http://sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=364918 http://sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=363943 http://sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=364437 http://sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=361586 sarahvian.it/admin/tiny_mce/plugins/oiympiad.php?pqi=361607